Pizza con lievito madre: ecco gli ingredienti e come farla

Sottile, spessa, morbida, croccante, con cornicione alto o basso… qualunque sia la vostra filosofia gustativa, non esiste una sola persona che non l’apprezzi. Sebbene siamo abituati ad ordinarla d’asporto o ad andare a mangiarla in un buon ristorante, è possibile fare una buona pizza anche tra le mura di casa propria. Naturalmente la prima cosa a cui pensare, quando ci si accinge a fare la pizza in casa, ancor prima della farina, è un buon lievito. Il lievito è un’arma a doppio taglio: può essere quell’elemento che rende la giusta morbidezza e lo spessore perfetto, ma può anche essere un po’ difficile da digerire. Il lievito madre, però, è di quelli più innocui, che può facilmente essere utilizzato in tantissime preparazioni (dolci o salate che siano).

Pizza con lievito madre: la ricetta

Veniamo dunque alla ricetta della pizza. Di fondamentale importanza è la presenza di un buon forno che vi garantirà la riuscita. Se siete tra i pochi fortunati che possono vantare di avere un forno a legna, partite già vertiginosamente in vantaggio. Ed ecco a voi gli ingredienti per due persone:

  • 75 grammi di lievito madre;
  • 250 grammi di farina di grano 00;
  • Un pizzico di sale;
  • Un cucchiaino d’olio;
  • Acqua, quanto basta.

Tenete il lievito madre a temperatura ambiente per circa cinque ore prima di procedere. Trascorso questo tempo, potete procedere semplicemente ad impastare tutti gli ingredienti insieme in modo tale da formare panetti morbidi da lasciar lievitare per un’oretta a temperatura ambiente. Dopodiché potete metterlo nel frigo, dove dovrà restare un giorno intero. A questo punto bisogna impastare nuovamente per altre due volte, lasciandolo lievitare due ore per volta. Molte lievitazioni danno non solo l’opportunità alla pizza di crescere nel modo giusto, ma le conferisce una maggiore digeribilità.

Pizza con lievito madre: come condirla? Come cuocerla?

Arrivati al punto in cui stenderete la vostra pizza, potete farvi guidare unicamente dal vostro gusto personale. Se desiderate fare la classica margherita, potete utilizzare i pomodorini in barattolo e schiacciarli con una forchetta sul vostro impasto steso. Dopodiché utilizzerete della mozzarella o della provola che si amalgamerà perfettamente al pomodoro. In alternativa, se preferite una bella marinara, potrete evitare di utilizzare il formaggio e sostituirlo con buone quantità di origano. Alla fine, il classico “giro d’olio”. Senza esagerare, bisogna fare due giri sottilissimi di olio che arricchiranno sensibilmente il sapore della vostra pizza. La pizza dev’essere cotta a 250 gradi per una mezz’ora circa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *