Cantinetta vino: a cosa serve, migliori marche, temperatura e tipi di scaffali

Se state cercando una cantinetta per vini, in questo articolo vi aiuteremo a fare la scelta più giusta. Vi parleremo delle caratteristiche più importanti da sapere prima di acquistarne una.

A cosa serve la cantinetta vino?

Una cantina è una stanza o un vano di una casa o di un altro edificio dedicato alla conservazione del vino. In un ristorante, “cantina” si riferisce a un’enoteca. In entrambi i casi, il concetto di spazio interno per l’invecchiamento del vino si è evoluto nel tempo, passando da semplici stanze nelle case con accesso limitato al controllo della temperatura e dell’umidità (senza ventilazione speciale o circolazione dell’aria) a stanze speciali con condizioni controllate e sistemi di ventilazione sofisticati.

Lo scopo principale di una cantina è quello di mantenere i vini a temperature costanti tra i 50 e i 55 gradi Fahrenheit (10-13 gradi Celsius) per tutto l’anno; questo aiuta a mantenere l’integrità del vino, prevenendo i cambiamenti di gusto che possono verificarsi se conservato a temperature diverse per lunghi periodi di tempo (vedi Invecchiamento del vino). La temperatura ideale per la conservazione del vino è di 13 gradi Celsius (55 F), che può essere raggiunta conservando il vino in un seminterrato o in una cantina dove la temperatura rimane relativamente costante tutto l’anno.

Cantinetta vino: temperatura e umidità

La temperatura e l’umidità di una cantina sono considerazioni importanti per la conservazione del vino. La temperatura ideale per la conservazione della maggior parte dei vini è compresa tra i 50°-55°F (10°-13°C). Temperature più basse possono far invecchiare il vino più velocemente, ma possono anche danneggiare il tappo e la bottiglia stessa. Temperature più elevate possono portare a un’ossidazione eccessiva e al deterioramento.

Il livello di umidità ideale per la conservazione del vino è compreso tra il 50% e il 70%. Se la cantina è troppo umida, i vini assorbono l’umidità dall’aria e si danneggiano. Se la cantina è troppo secca, si corre il rischio di danneggiare i tappi di sughero o di rovinare le etichette delle bottiglie.

Lo sbrinamento automatico

Lo sbrinamento automatico di una cantina è il più importante in termini di consumo energetico. Il fatto che la temperatura sia mantenuta a un livello costante senza interventi manuali fa risparmiare non solo tempo (che può essere dedicato a cose più importanti), ma anche denaro.

Inoltre, è importante ricordare che se si vuole mantenere il vino a una temperatura ottimale, è necessario utilizzare uno sbrinatore automatico. Questo vi aiuterà a mantenere la temperatura corretta durante tutto l’anno, indipendentemente dal fatto che sia estate o inverno.

Gli sbrinatori automatici stanno diventando sempre più popolari tra i ristoranti e i privati che tengono alla qualità e al gusto dei loro vini.

Il processo di sbrinamento automatico prevede due fasi:

1) quando la temperatura scende sotto lo zero, sulla superficie delle pareti e del soffitto si forma della condensa. Questa condensa si congela quando entra in contatto con le superfici della cantina. L’accumulo di ghiaccio può causare problemi come una scarsa trasmissione del calore e la formazione di condensa sulle bottiglie.

2) Un sistema di sbrinamento automatico utilizza un elemento riscaldante per rimuovere il ghiaccio che si forma sulle pareti o sul soffitto. L’elemento riscaldante si riscalda fino a quando tutto il ghiaccio si è sciolto e si spegne fino a quando non è necessario sbrinare un’altra zona.

Tipi di scaffali in una cantinetta vino

Gli scaffali per cantine sono una parte essenziale di qualsiasi cantina, in quanto forniscono un posto per conservare tutte le bottiglie di vino. Gli scaffali giusti assicurano che le bottiglie siano mantenute alla giusta temperatura e al giusto livello di umidità per aiutarle a invecchiare correttamente.

Ecco alcune caratteristiche degli scaffali per cantine:

  1. scaffali per vino sospesi: questi scaffali sono ideali per conservare bottiglie di grandi dimensioni o per chi ha molto spazio a disposizione. Possono contenere fino a 250 bottiglie e sono spesso utilizzati nelle cantine commerciali dove lo spazio è limitato.
  2. Rastrelliere per vino da pavimento a soffitto: questi scaffali sono più costosi di quelli sospesi, ma offrono una migliore accessibilità per chi vuole raggiungere il ripiano superiore senza dover salire su scale o usare sgabelli.
  3. Scaffali con porte scorrevoli in vetro dal pavimento al soffitto: questi scaffali sono dotati di porte scorrevoli in vetro che possono essere aperte quando è necessario accedere alle bottiglie conservate nei ripiani più alti.

Gli scaffali delle cantinette possono essere realizzati in diversi materiali:

in metallo: gli scaffali in metallo offrono una grande flessibilità nella disposizione della collezione e possono essere utilizzati anche in combinazione con altri materiali (come il vetro). Gli scaffali in metallo sono anche facili da pulire, basta passare un panno umido e sono quindi ideali se si conservano vini che cambiano colore nel tempo (come i rossi).

La plastica: la plastica è una scelta popolare perché è facile da pulire e non si graffia facilmente (anche se si scioglie se esposta ad alte temperature).

Il vetro: il vetro viene spesso utilizzato per i ripiani perché offre buone proprietà isolanti per mantenere fresche le bevande, ma è anche soggetto a crepe se viene urtato contro qualcosa di duro (come un’altra bottiglia).

Il legno: il legno richiede una manutenzione regolare per mantenere il loro aspetto gradevole. Se cercate qualcosa che duri a lungo senza bisogno di manutenzione, gli scaffali in legno potrebbero non fare al caso vostro.

Cantinetta vino: marche migliori

Ecco un elenco di alcune delle migliori marche di cantine che si possono trovare.

Vinotemp: è uno dei marchi di cantinette per vino più popolari al mondo. Esiste da decenni e continua ad andare forte. L’azienda produce un’ampia gamma di prodotti per la conservazione del vino sia per uso commerciale che residenziale. Vinotemp offre anche un eccellente servizio di assistenza e supporto ai clienti per tutti i suoi prodotti.

Paradise Beverage Center: è un altro marchio molto apprezzato quando si tratta di cantine per vini e altri tipi di frigoriferi e congelatori. L’azienda produce elettrodomestici di alta qualità dal 2004, per cui si sa che sa cosa sta facendo quando si tratta di realizzare prodotti affidabili che durano per anni. E i prezzi sono molto competitivi!

Everbilt: offre diversi modelli di cantine per vini, tra cui quelle con porte in vetro e quelle dotate di pannelli di controllo della temperatura. L’azienda vende anche altri prodotti per il miglioramento della casa, come lavabi e rubinetti per il bagno.

Harmony: è una delle marche più popolari sul mercato. È anche una delle più costose, ma ne vale la pena se si desidera un prodotto di qualità che duri negli anni. È possibile acquistare una cantina Harmony a partire da 5.000 dollari, a seconda delle dimensioni e dello stile. La cantina Harmony è dotata di tutto ciò che serve per conservare correttamente il vino: un sistema di condizionamento, un’illuminazione a LED e un sistema di controllo della temperatura per ogni singola unità. Ciò significa che non dovete preoccuparvi di nulla quando acquistate da questa azienda: ha tutto sotto controllo!

New Air: vende cantine per vini, refrigeratori per vini e altri prodotti per l’intrattenimento domestico. Offre inoltre la spedizione gratuita su tutti gli ordini superiori a 100 euro, il che contribuisce a rendere i prezzi competitivi rispetto ad altre aziende che offrono prodotti simili.

Wine Enthusiast: è uno dei nomi più noti dell’industria del vino. I suoi prodotti includono contenitori per il vino e mobili per esterni.

La manutenzione

Il vino necessita una manutenzione adeguata. Di seguito sono riportati alcuni consigli per la manutenzione della cantina.

Mantenetela pulita: tutte le attrezzature necessarie per conservare correttamente i vini possono essere acquistate presso il vostro negozio di articoli per la casa. Utilizzate questi articoli secondo le necessità per la pulizia e la manutenzione.

Mantenere il fresco: da anni le cantine utilizzano cantine a temperatura controllata per mantenere le loro annate in condizioni ottimali. Poiché la maggior parte delle case non è dotata di questa funzione, prendete in considerazione l’idea di investire in un frigorifero per vini o in un refrigeratore che mantenga i vostri vini alla giusta temperatura (50-55 gradi Fahrenheit) senza sacrificare troppo spazio. Inoltre, è necessario un elettricista se si intende collegare il frigorifero direttamente al quadro elettrico principale dell’abitazione (di solito è un requisito).

Immagazzinarlo nel modo giusto: una volta deciso dove riporre la vostra collezione di vini, assicuratevi che sia conservata in modo corretto e sicuro, in modo che nessuno si faccia male o si ferisca a causa della caduta di una bottiglia o di un pezzo di vetro. Utilizzate rastrelliere o scaffali progettati appositamente per conservare le bottiglie in verticale anziché in orizzontale: in questo modo eviterete che i vetri rotti cadano dalla loro posizione originale sulla rastrelliera se urtati con forza contro un’altra bottiglia o un altro pezzo di vetro.

Conclusione

In conclusione, speriamo che tutte le informazioni vi siano state utili per scegliere la cantinetta per vini adatta alla vostra casa.