Lavastoviglie: modelli migliori, consumo, filtro e cosa mettere e non mettere all’interno

Quando si tratta di scegliere una lavastoviglie, la migliore per voi dipenderà da molti fattori diversi. Il tipo di stoviglie che si desidera lavare, la frequenza con cui si intende lavarle e persino la presenza o meno di spazio sufficiente per la lavastoviglie sono solo alcuni di questi fattori. La buona notizia è che trovare la lavastoviglie giusta per voi dovrebbe essere semplice.

Lavastoviglie vs lavaggio a mano

Il dibattito tra lavastoviglie e lavaggio a mano è un dibattito che coinvolge molte persone e non esiste una risposta giusta.

Lavare i piatti a mano è un’operazione che richiede molto tempo, ma può anche essere gratificante. Si riesce a eliminare tutte le particelle di cibo incastrate nei piatti e ci si sente bene sapendo che le stoviglie sono pulite. Il lato positivo, tuttavia, è che non usando la lavastoviglie si ha un minore spreco di acqua e una maggiore efficienza energetica.

La lavastoviglie è praticamente obbligatoria per le famiglie numerose, dove la quantità di piatti sporchi di cene e feste può sfuggire di mano molto rapidamente.

Tuttavia, se vivete da soli o con poche persone, potrebbe non valere la pena di acquistarne una.

Come installare la lavastoviglie?

L’installazione di una lavastoviglie è un’operazione che la maggior parte dei proprietari di casa dovrà fare prima o poi. Ma se non si ha esperienza con questo tipo di manutenzione e riparazione, può essere un po’ intimidatorio. Tuttavia, non è necessario avere alcuna esperienza per installare correttamente il vostro elettrodomestico. Tutto ciò che serve è un po’ di tempo e di impegno da parte vostra. Ecco alcuni consigli per installare una lavastoviglie in cucina:

assicuratevi che lo spazio sia sufficiente per l’elettrodomestico. Prima di acquistare la lavastoviglie, è necessario misurarla con attenzione, in modo che si adatti correttamente allo spazio in cui si desidera installarla. È anche importante verificare quanto spazio c’è sotto il piano di lavoro dove si intende collocare la lavastoviglie, poiché molti modelli richiedono più di uno o due centimetri di spazio per funzionare correttamente.

Se necessario, rivolgetevi a un elettricista o a un’impresa per installare le linee di alimentazione dell’elettrodomestico. Mentre la maggior parte dei modelli più recenti è dotata di collegamenti elettrici integrati, i modelli più vecchi spesso necessitano di un cablaggio aggiuntivo per poter essere utilizzati in modo efficace in casa. Alcuni modelli richiedono anche lavori idraulici supplementari per funzionare correttamente

Tre tipi di lavastoviglie: standard, slim e compatte

Le lavastoviglie possono essere elettrodomestici grandi e ingombranti che occupano molto spazio in cucina. Se state cercando una lavastoviglie più compatta, siete fortunati. Esistono tre tipi di lavastoviglie:

Lavastoviglie standard: le lavastoviglie standard sono il tipo di lavastoviglie più comune e sono disponibili in molte dimensioni e stili diversi. Sono abbastanza grandi da poter contenere piatti, ciotole e altri oggetti di grandi dimensioni, ma non sono alte come altri tipi di lavastoviglie. Questo le rende una buona opzione se lo spazio in cucina è limitato o se si vuole risparmiare acqua lavando i piatti a mano.

Lavastoviglie slim: le lavastoviglie slim sono versioni più piccole delle lavastoviglie standard che non occupano molto spazio. Pur non essendo alte come i modelli standard, hanno comunque spazio all’interno per la maggior parte delle pentole e delle padelle comunemente utilizzate in cucina. Inoltre, tendono a consumare meno energia rispetto ai modelli standard, perché non hanno un isolamento eccessivo o un isolamento tra i cestelli.

Lavastoviglie compatte: le nostre lavastoviglie compatte sono progettate per le case e gli appartamenti più piccoli, dove lo spazio è limitato ma si desidera comunque avere un elettrodomestico di dimensioni complete in cucina.

Consumo di una lavastoviglie

Il consumo medio di elettricità e acqua di una lavastoviglie è compreso tra 1.000 e 1.800 kWh all’anno. Si tratta della media di un ciclo completo.

La quantità di acqua utilizzata dipende da diversi fattori:

– Il tipo di lavastoviglie che si possiede. Quelle più efficienti consumano meno acqua dei modelli più vecchi.

– Le dimensioni del carico. Un carico pieno consuma più energia di uno vuoto o di uno con pochi oggetti.

– Se la lavastoviglie dispone di una funzione di asciugatura ad aria, questa consuma meno energia rispetto al ciclo di asciugatura a caldo.

Caratteristiche di un filtro di una lavastoviglie

Il filtro della lavastoviglie è una delle parti più importanti di ogni lavastoviglie. Il filtro ha il compito di intrappolare le particelle di cibo e altri detriti, evitando che intasino i tubi e danneggino la pompa.

Il tipo più comune di filtro per lavastoviglie è costituito da un materiale a rete che lascia passare l’acqua ma non le particelle di cibo più grandi. Questi tipi di filtri si trovano di solito vicino alla parte inferiore della lavastoviglie e possono essere rimossi per la pulizia o la sostituzione, se necessario.

Su alcuni modelli sono disponibili anche filtri più avanzati che utilizzano più strati di materiali diversi per catturare particelle ancora più piccole rispetto ai filtri normali. Questi tipi di filtri possono essere più costosi dei filtri standard e richiedono una maggiore manutenzione, ma possono offrire risultati di pulizia complessivamente migliori. Ma, come sostituire il filtro della lavastoviglie?

  1. Rimuovere il filtro dalla lavastoviglie.
  2. Pulire il filtro immergendolo in acqua calda con l’aggiunta di un po’ di detersivo; risciacquare accuratamente e asciugare prima di reinserirlo nella macchina.
  3. Se il filtro presenta fori o strappi, sostituirlo con uno nuovo.
  4. Rimettete il nuovo filtro al suo posto e avviate la lavastoviglie come di consueto, regolando le impostazioni che potrebbero essere cambiate a causa dell’usura del tempo (ad esempio, se vi siete accorti che alcuni capi hanno bisogno di essere lavati più spesso di altri).

Lavastoviglie: problematiche comuni e sicurezza

Quando la lavastoviglie non pulisce i piatti, è il momento di risolvere il problema. Ecco alcuni problemi comuni e come risolverli.

  1. La lavastoviglie non si avvia: la causa più comune di questo problema è un interruttore o un fusibile difettoso. Se avete provato a ripristinare l’interruttore, controllate che nella scatola dei fusibili non ci siano fusibili bruciati. Se tutto sembra a posto, chiamate un elettricista o un riparatore di elettrodomestici.
  2. Piatti sporchi: se le stoviglie non si puliscono, controllate che non vi siano ostruzioni nei fori del braccio di spruzzo o nella griglia del filtro e, se necessario, pulitele con una spazzola. Controllate anche che non vi siano particelle di cibo sul fondo della vasca che potrebbero impedire all’acqua di raggiungere tutte le aree del fondo della vasca in cui si raccoglie lo sporco durante i cicli di lavaggio.
  3. La lavastoviglie ha un cattivo odore: se la lavastoviglie emette un odore di uova marce (odore di zolfo), potrebbe essere dovuto a livelli elevati di solfati nella rete idrica – presenti naturalmente in alcune zone del paese o aggiunti dagli impianti di trattamento delle acque municipali – che possono causare la corrosione dei componenti in acciaio inossidabile degli elettrodomestici e degli impianti idraulici, come rubinetti e servizi igienici (vedere Come eliminare l’odore di zolfo).
  4. La lavastoviglie non si riempie d’acqua: questo è uno dei problemi più comuni delle lavastoviglie. Il problema potrebbe essere un semplice intasamento del tubo di scarico che deve essere eliminato oppure un problema elettrico che richiede l’intervento di un tecnico per la diagnosi e la riparazione. Se avete una lavastoviglie più vecchia, potrebbe essere sufficiente una pulizia occasionale, ma se il problema si ripete, potrebbe esserci qualcos’altro che non va nella vostra macchina.

La lavastoviglie è uno dei modi più sicuri per pulire le stoviglie, ma adesso vi daremo alcuni consigli per la sicurezza. Di seguito sono riportate alcune cose da ricordare quando si usa la lavastoviglie:

Tenere lo sportello chiuso. La maggior parte delle lavastoviglie ha un sensore che spegne l’acqua se rileva che lo sportello è stato aperto durante un ciclo. Se lo sportello viene lasciato aperto troppo a lungo, potrebbe causare danni all’acqua in casa.

Non sovraccaricare la lavastoviglie. Dovete assicurarvi che ci sia abbastanza spazio tra tutte le stoviglie in modo che possano essere pulite e risciacquate correttamente. Se si sovraccarica la lavastoviglie, si corre il rischio di non avere abbastanza spazio tra una stoviglia e l’altra. In questo modo si rischia di lasciare particelle di cibo o, peggio ancora, di rompere pezzi di vetro!

Assicuratevi che i piatti non siano sporchi di cibo prima di metterli in lavastoviglie! Può sembrare una cosa di buon senso, ma è capitato a tutti di dimenticarsi di qualcosa incastrato nel piatto e di metterlo nella lavatrice per poi farlo incastrare su un altro pezzo mentre girava all’interno!

Cosa mettere e cosa non mettere nella lavastoviglie?

Le lavastoviglie sono come scatole magiche che lavano i piatti al posto vostro. Hanno però qualche asso nella manica, quindi è importante usarle correttamente.

Si può mettere quasi tutto in lavastoviglie, purché sia sicuro per il lavaggio ad alte temperature. Sono compresi piatti e bicchieri, utensili da cucina, contenitori e tazze di plastica, argenteria e bicchieri, pentole e padelle, piatti e vassoi da portata, taglieri e utensili di legno. Anche le spezie, i contenitori per la conservazione degli alimenti e i sacchetti di plastica possono essere lavati con le stoviglie se riportano l’etichetta “lavabile in lavastoviglie”. Tutto ciò che non è etichettato come “lavabile in lavastoviglie” dovrebbe essere lavato a mano invece di essere messo in lavastoviglie.

Sebbene si possa mettere quasi tutto in lavastoviglie, ci sono alcuni oggetti che non dovrebbero essere lavati per motivi di sicurezza:

sacchetti di plastica: i sacchetti di plastica possono sciogliersi all’interno della lavastoviglie durante i cicli prolungati o se si utilizza una quantità eccessiva di detersivo o di temperatura dell’acqua calda. È meglio rimuoverli prima di iniziare il ciclo di lavaggio, lavandoli a mano o gettandoli nel cestino.

Dove buttare la lavastoviglie?

Quando si tratta di lavastoviglie, ci sono diverse opzioni per smaltire l’apparecchio. La più comune è quella di buttare via la vecchia macchina, ma alcuni scelgono di riciclarla. Se state cercando un’opzione più ecologica, considerate questi modi per smaltire la vostra vecchia lavastoviglie.

Donare la vecchia lavastoviglie: se avete un elettrodomestico in più o se volete semplicemente aiutare qualcuno, prendete in considerazione la possibilità di donare la vostra vecchia lavastoviglie. Potete regalarla a qualcuno che ne ha bisogno o trovare qualcuno che ne voglia una per la propria casa. Potete anche donarla a un’organizzazione di beneficenza che accetta elettrodomestici usati.

Riciclare la vecchia lavastoviglie: le lavastoviglie contengono molti materiali diversi, tra cui parti in metallo, plastica e gomma che possono essere riciclate una volta smontate dal resto della macchina. Quando si sceglie un riciclatore, assicurarsi che sia autorizzato dal governo locale o dall’agenzia ambientale. Alcuni riciclatori possono anche pagare per gli apparecchi che possono utilizzare nei loro processi produttivi o vendere come rottami metallici in un impianto di riciclaggio.

Contribuire a donare la lavastoviglie in un negozio di oggetti usati.

Conclusione

In sintesi, per scegliere la lavastoviglie migliore, occorre innanzitutto considerare  come ottenere la macchina migliore per la cucina di casa. Poi, considerate alcuni punti importanti su come risparmiare energia e anche un po’ di soldi. Infine, non dimenticate di pensare a quanto sia comoda la macchina e quanto sia perfetta per la vostra vita quotidiana in casa. Ci auguriamo che questo articolo vi sia utile per aiutarvi a prendere una decisione d’acquisto consapevole su questo importante argomento!