Spazzolino elettrico: come scegliere il migliore per alimentazione, tipi di movimento e materiali

Quando cerchi uno spazzolino elettrico, vuoi qualcosa che si adatti alle tue esigenze dentali e che offra una varietà di opzioni. In questo articolo cercheremo di rendervi le idee chiare su quale spazzolino elettrico scegliere quindi continuate a leggere.

Spazzolino elettrico: vantaggi e svantaggi

Uno studio ha rilevato che gli spazzolini elettrici possono migliorare la salute orale riducendo la placca, la gengivite e il sanguinamento delle gengive.

Gli spazzolini elettrici possono ridurre fino al 50% il tempo necessario per la pulizia dei denti.

Sono più facili da usare per le persone affette da artrite o con limitata destrezza delle mani.

Alcuni però, ritengono che gli spazzolini elettrici siano troppo costosi. Il costo delle testine di ricambio può aumentare nel tempo e ad alcuni non piace la sensazione di vibrazioni in bocca quando si spazzola con uno spazzolino elettrico.

Caratteristiche dei migliori spazzolini elettrici

Tipi di movimento

L’oscillazione è il movimento più comune dello spazzolino. È come un movimento avanti e indietro che pulisce la bocca da un lato all’altro. Questo movimento è ottimo per rimuovere la placca, ma non pulisce così profondamente come altri movimenti.

La rotazione è simile all’oscillazione in quanto si muove avanti e indietro, ma invece di muoversi da un lato all’altro, si muove su e giù. Questo tipo di movimento dello spazzolino può pulire più a fondo dell’oscillazione perché le setole ruotano intorno alla superficie del dente, pulendo accuratamente ogni angolo.

La pulsazione è un altro tipo di movimento che potresti trovare su uno spazzolino elettrico. Le setole si muovono avanti e indietro come nell’oscillazione, ma vibrano anche a una frequenza più alta del solito – fino a 30.000 impulsi al minuto! Questa azione pulsante aiuta a rimuovere la placca dal profondo dei pori.

Tecnologia sonica: gli spazzolini sonici usano una testina vibrante per spingere le setole nella tua bocca. Le vibrazioni possono essere sentite dai tuoi denti e dalle tue gengive, il che aiuta a rimuovere la placca più efficacemente di uno spazzolino manuale regolare. Lo spazzolino sonico è raccomandato dai dentisti perché fa un lavoro eccellente nel rimuovere la placca dalla linea delle gengive, dove gli spazzolini manuali tradizionali non possono arrivare.

Tecnologia a ultrasuoni: gli spazzolini a ultrasuoni hanno una testina vibrante che produce micro-vibrazioni a 2 milioni di colpi di spazzola al minuto. Queste vibrazioni aiutano a pulire la superficie dei denti e a rimuovere le macchie sullo smalto (comprese quelle del caffè). Producono anche piccole bolle che aiutano a pulire tra i denti e sotto le gengive agendo come un filo interdentale naturale. Questo tipo di azione pulente aiuta a prevenire le malattie gengivali e le carie rimuovendo la placca dalle aree difficili da raggiungere tra i denti e lungo le superfici delle radici.

iO è una tecnologia sonica brevettata che produce milioni di bolle microscopiche che penetrano negli spazi tra i denti per aiutare a rimuovere la placca dalle aree difficili da raggiungere.

Materiali: plastica, silicone, gomma e metallo

Il tipo di materiale più comunemente utilizzato per realizzare uno spazzolino elettrico è la plastica. I manici o i corpi di questi prodotti sono solitamente realizzati con diversi tipi di plastica: nylon, polipropilene o policarbonato. Sono tutti materiali resistenti che non si rompono facilmente se esposti all’acqua e ad altri elementi. Alcuni preferiscono questo tipo di spazzolino perché è più facile da pulire rispetto a quello in metallo e non si arrugginisce o si appanna come il metallo nel tempo.

Alcuni spazzolini elettrici sono realizzati in silicone o gomma, materiali più morbidi della plastica. Questi materiali sono anche più facili da pulire e possono essere disinfettati in acqua bollente o messi in lavastoviglie. Il metallo è un altro buon materiale per il manico di uno spazzolino elettrico perché raramente si rompe. Inoltre, il metallo non si macchia e non si scolorisce come altri materiali a contatto con l’acqua o altre sostanze. Tuttavia, l’uso del metallo presenta anche alcuni svantaggi: Può essere pesante e scomodo da tenere in mano mentre ci si lava i denti; può anche essere difficile da tenere pulito se si ha una pelle sensibile.

Tipologie di batterie: sostituibili e fisse

Esistono due tipi principali di spazzolini elettrici:

quelli con batterie sostituibili e quelli con batterie fisse interne. Questi ultimi possono essere ricaricati con una base di ricarica o direttamente collegati alla presa di corrente.

Gli spazzolini con batterie sostituibili hanno il vantaggio di poter essere sostituiti facilmente quando si esauriscono. Tuttavia, ciò significa che è necessario prendersi cura della batteria in modo da evitare il surriscaldamento o la fuoriuscita di materiali tossici quando non viene più utilizzata. È inoltre necessario acquistare nuove batterie ogni tanto.

Gli spazzolini elettrici con batterie interne fisse tendono a essere più economici, ma potrebbero non durare quanto quelli con batterie sostituibili perché non è possibile sostituirle una volta esaurita la carica.

Come cambiare la batteria dello spazzolino elettrico?

È possibile sostituire la batteria dello spazzolino elettrico con pochi semplici passaggi.

Fase 1: rimuovere la base dello spazzolino elettrico ruotandola delicatamente in senso antiorario finché non si libera. Sul lato inferiore sono presenti due clip metalliche che la tengono in posizione.

Fase 2: rimuovere le batterie dal loro alloggiamento, utilizzando una moneta se necessario per liberarle dalle linguette di plastica che le tengono in posizione.

Fase 3: inserire le nuove batterie negli appositi alloggiamenti, assicurandosi che siano rivolte nel verso giusto e che non tocchino altre parti metalliche all’interno della base: ciò potrebbe causare scintille o danni alle nuove batterie! Assicurarsi di utilizzare solo batterie alcaline e non ricaricabili; alcuni spazzolini elettrici sono progettati specificamente per un tipo di batteria piuttosto che per un altro.

Fase 4: riposizionare la base sulla testina dello spazzolino (potrebbe essere necessario ruotarla leggermente in senso orario) e premere finché non scatta in posizione.

Come pulire uno spazzolino elettrico?

La pulizia dello spazzolino elettrico è facile e veloce. Ecco come fare:

lavare la testina dello spazzolino. Per prima cosa, rimuovete eventuali pezzi di cibo o detriti dalle setole con un vecchio spazzolino da denti o un panno. Quindi passate lo spazzolino sotto l’acqua calda e utilizzate un sapone delicato per pulire le setole. Risciacquare accuratamente e asciugare con un panno di carta.

Disinfettare la base dello spazzolino elettrico. Riempite un bicchiere di acqua tiepida e aggiungete 1/2 cucchiaino di acqua ossigenata o di collutorio. Immergere la base dello spazzolino elettrico in questa soluzione per 5 minuti, quindi risciacquare accuratamente e asciugare con un panno di carta.

Conservate lo spazzolino elettrico in posizione verticale, in modo da evitare che il liquido penetri nella base o nel vano batteria.

Come smaltire lo spazzolino elettrico?

Lo spazzolino elettrico può essere gettato come di consueto, ma deve essere fatto in modo da non danneggiare l’ambiente e da non causare danni ad altre persone. Le seguenti istruzioni vi aiuteranno a gettare correttamente lo spazzolino elettrico:

La batteria deve essere rimossa prima di gettare lo spazzolino elettrico.

La testina dello spazzolino deve essere rimossa dal manico e riposta in un sacchetto di plastica separato (nel caso in cui ci siano piccole parti che potrebbero andare perse). Il manico può quindi essere gettato in un contenitore per i rifiuti domestici, senza alcun materiale di plastica o di imballaggio intorno ad esso.

Domande frequenti

È sicuro usare uno spazzolino elettrico?

Sì, purché si seguano le istruzioni del produttore. Prima di utilizzare uno spazzolino elettrico, è necessario lasciare che la bocca guarisca dopo un intervento odontoiatrico.

Con quale frequenza devo cambiare le testine?

Dipende dalla frequenza di utilizzo dello spazzolino. Se si usa lo spazzolino due volte al giorno e si cambia la testina ogni tre mesi, è probabile che lo spazzolino elettrico duri più di cinque anni. Alcuni produttori consigliano di cambiare la testina ogni sei mesi.

È sicuro usare uno spazzolino elettrico in gravidanza?

Sì, è possibile utilizzare uno spazzolino elettrico in gravidanza, purché tutte le parti del dispositivo vengano pulite accuratamente dopo ogni utilizzo con acqua e sapone – o con salviette alcoliche – e risciacquate bene prima di riporle, in modo da evitare che i germi si accumulino al loro interno nel tempo. È inoltre necessario cambiare la testina dello spazzolino ogni tre mesi circa, perché i batteri possono accumularsi anche su di essa.

Ogni quanto tempo devo sostituire la testina dello spazzolino?

Il consiglio di sostituire la testina dipende dalla frequenza d’uso e dalla cura con cui la si utilizza. Se si usa lo spazzolino due volte al giorno per due minuti, sarà necessario sostituirlo ogni tre mesi circa, a seconda della quantità di placca che può accumularsi sulle setole durante questo periodo.

Spazzolino elettrico: commenti, recensioni e opinioni

“L’Oral-B Pro 3000 è uno degli spazzolini elettrici più popolari sul mercato. È dotato di un’azione pulente 3D che consente di raggiungere le aree difficili da pulire. La testina dello spazzolino è dotata di setole arrotondate, progettate per massaggiare delicatamente le gengive, migliorando la circolazione e riducendo l’infiammazione in questa zona. Il manico è dotato di un sensore di pressione incorporato che avverte quando si sta spazzolando troppo forte, in modo da potersi regolare di conseguenza.”

“L’Oral-B Pro 1000 è uno dei migliori, con oltre 4.000 recensioni su Amazon e una valutazione di 4,3 stelle. Lo spazzolino include un timer di due minuti per aiutarvi a spazzolare per il giusto tempo e ha un quad-pacer che vi avvisa ogni 30 secondi di passare a un altro quadrante della bocca. Il Pro 1000 ha una sola modalità di pulizia tra cui scegliere (Daily Clean), ma è comunque uno dei migliori modelli disponibili.”

“Un’altra buona scelta è lo spazzolino sonico Sonicare 2 Series. Anche questo spazzolino è buono per la rimozione della placca, ma non è all’altezza dei nostri attuali modelli di punta.

Il Sonicare 2 Series offre le stesse ottime caratteristiche degli altri modelli: vibrazioni a due velocità, power pacer e batteria ricaricabile. Bisogna fare attenzione a non esercitare troppa pressione quando si spazzola con questo spazzolino: se si esercita una pressione eccessiva, si possono danneggiare i denti o le gengive causando la recessione gengivale (sì, anche se si usa uno spazzolino elettrico). Se desiderate uno spazzolino sonico in grado di rimuovere la placca in modo ottimale, vi consigliamo di passare al Philips Sonicare DiamondClean, che offre tre impostazioni di intensità.”

“Oral-B Pro 1000: è un’opzione economica che fa bene il suo lavoro. Dispone di sei modalità (pulizia, sensibilità, sbiancamento, lucidatura, cura delle gengive e massaggio), che lo rendono versatile per le esigenze della maggior parte delle persone. Dispone anche di un timer per sapere quando si è spazzolato abbastanza a lungo! La batteria dura circa due settimane con una sola carica se lo si usa due volte al giorno per due minuti ogni volta (come raccomandano i dentisti). L’unico inconveniente è che questo modello non è dotato di connettività Bluetooth con lo smartphone o il tablet (come altri modelli).”

Conclusione

In conclusione la scelta dello spazzolino elettrico è molto personale ed è in base al tipo di esigenze che avete. Speriamo che siamo riusciti, in qualche modo, a farvi avere le idee chiare e a farvi scegliere il prodotto.