Planetaria: come si usa, caratteristiche delle migliori, tipi di ganci, costo e garanzia

Sapevate che ci sono diverse impastatrici planetarie sul mercato? La buona notizia è che questo articolo vi aiuterà a trovare la migliore planetaria. Abbiamo ricercato le molteplici caratteristiche in modo che possiate fare una scelta più consapevole. Speriamo che vi piaccia questa lettura e che troviate le nostre recensioni altamente informative.

Chi ha inventato la planetaria?

L’impastatrice planetaria, o mescolatrice planetaria, è stata inventata dall’ingegnere tedesco Anton Kratz nel 1910, è una delle macchine più comuni usate per mescolare, impastare e montare, specialmente nelle panetterie.

All’inizio del 1900, l’ingegnere tedesco Anton Kratz brevettò una macchina mescolatrice rotante con ruote dentate. Tuttavia, fu solo nel 1919 che la macchina fu prodotta dalla Franz Kessler GmbH. L’idea rivoluzionaria dell’agitazione planetaria è che i due bracci del battitore ruotano intorno al proprio asse e simultaneamente intorno a un albero di trasmissione fisso, un approccio simile al movimento planetario. Questo principio permette la lavorazione simultanea da tutti i lati della ciotola e consente di mescolare a fondo masse diverse mantenendo una consistenza delicata.

Versatilità e velocità: le caratteristiche delle migliori planetarie

L’impastatrice planetaria è una macchina molto versatile. Le impastatrici planetarie sono utilizzate sia per il settore della panificazione e della pasticceria (come pane e dolci), ma anche per il settore alimentare (come pizza, pasta, salse, creme e gelati). La planetaria ha maggiore versatilità di qualsiasi mixer, a seconda dell’accessorio utilizzato. Può sbattere gli albumi, montare la panna e fare torte e pasticcini leggeri e soffici. La ciotola è ferma mentre il frullino ruota intorno alla ciotola. Una planetaria può impastare grandi quantità di pasta. I modelli più grandi possono essere dotati di una marcia in più per aumentare la coppia per impasti pesanti.

La velocità della mescolatrice planetaria è un fattore chiave nella scelta della macchina giusta. La velocità della vasca di miscelazione è specificata in termini di giri al minuto (rpm). Più veloce ruota, più veloce ed efficiente sarà la miscela.

Quando un motore fa girare la ciotola, uno o due strumenti di miscelazione si muovono intorno ad essa. Lo strumento principale, un gancio, si muove orizzontalmente per raccogliere l’impasto da entrambe le estremità e poi ruota verticalmente per impastarlo. Il secondo strumento, una paletta, fornisce un’azione alternata di impastamento.

Le impastatrici planetarie sono usate per grandi lotti di impasti più pesanti, come l’impasto della pizza o del pane. La maggior parte dei modelli ha una funzione di sicurezza che impedisce il funzionamento se la protezione della ciotola non è chiusa.

Planetaria: quattro tipologie di ganci/fruste esistenti

Il gancio per la pasta è progettato per impastare la pasta. Ruota in senso orario, lavorando l’impasto con la sua forma a spirale. Il gancio ruota su un asse verticale e funziona meglio quando lo si fa partire a mano.

La frusta a filo può essere usata per mescolare le uova o montare la panna, anche se il lavoro può richiedere più tempo rispetto all’uso di un mixer elettrico. Ruota molto velocemente in senso orario e può aerare molto bene gli ingredienti

La frusta gommata è più adatta a battere pastelle pesanti rispetto alla frusta a filo, ma non funziona altrettanto bene per aerare ingredienti come la panna da montare. Come la frusta a filo, ruota in senso orario molto velocemente.

La frusta k può essere usata anche per fare la pastella delle torte, ma non è così efficace nell’aerare gli ingredienti come gli altri due sbattitori. Tuttavia, metterlo sopra altri ingredienti che si sta cercando di mescolare aiuta a tenerli giù in modo che vengano lavorati meglio nella pastella. La frusta k ruota su un asse orizzontale invece che verticale come gli altri accessori e funziona meglio se lo si avvia a mano.

Manutenzione e pulizia di una planetaria

L’impastatrice planetaria è il più comune mixer ed è disponibile in una varietà di dimensioni. Il mixer permette la miscelazione di pasta, pastella per torte, impasto per biscotti e molto altro. Qui sotto ci sono alcune informazioni sulla corretta manutenzione e pulizia del tuo mixer.

Si raccomanda di sottoporre a manutenzione il vostro mixer planetario ogni 12 mesi o 2.000 ore (a seconda di quale evento si verifichi per primo). Questo servizio dovrebbe includere l’oliatura di tutti gli ingranaggi e dei cuscinetti, il controllo/sostituzione degli ingranaggi conici/spur, l’oliatura degli alberi di trasmissione e la sostituzione delle guarnizioni dove necessario. Questo servizio dovrebbe essere eseguito da un tecnico qualificato per assicurare il corretto funzionamento dell’unità.

La planetaria consiste di quattro parti principali: la ciotola, il battitore piatto, la frusta a filo e il gancio per la pasta. Queste parti sono facilmente rimovibili dall’unità permettendo una facile pulizia. Quando si puliscono queste parti si raccomanda di usare acqua calda e sapone e di utilizzare un panno morbido o una spugna per pulirle. Non raccomandiamo di mettere queste parti in lavastoviglie o di usare qualsiasi tipo di detergente o tampone abrasivo, perché questo può causare danni a queste parti.

Planetaria: costo e garanzia

Le planetarie variano di prezzo in base alle loro dimensioni, potenza e caratteristiche. La maggior parte va dai 1.000 euro ai 4.000 euro. I modelli compatti sono adatti all’uso domestico e costano circa sui 440 euro.

Esistono diversi tipi di garanzia per una planetaria. La garanzia del produttore copre tutti i difetti di fabbricazione che possono verificarsi entro un certo periodo di tempo dalla data di acquisto da un rivenditore autorizzato. È generalmente richiesta dalla legge e copre anche i difetti di fabbricazione che possono verificarsi in un momento successivo, fino a un certo punto. Una garanzia del produttore copre solo l’acquirente originale e non può essere trasferita o venduta a un altro proprietario.

Un periodo di garanzia può essere ovunque da 1 anno a 6 anni, o anche di più a seconda del prodotto e di chi lo produce. Può anche cambiare a seconda di dove compri i tuoi elettrodomestici. Alcuni rivenditori hanno garanzie che possono essere in aggiunta o al posto della garanzia del produttore.

Recensioni e opinioni

“Sono un panettiere professionista e sto usando la mia impastatrice KitchenAid per fare l’impasto del pane. La macchina è ottima per fare piccoli lotti di pasta, ma quando la quantità di pasta supera le 4 libbre, diventa troppo pesante per il motore e il gancio per la pasta rimane bloccato nel mezzo della ciotola. Per evitare questo problema, sto pensando di aggiornare la mia impastatrice con una planetaria che gestisca meglio grandi lotti di pasta. Quali marche mi consigliereste? So che Hobart fa ottime macchine, ma sono anche molto costose e vendute solo a imprese autorizzate (non a privati).”

“Ho un mixer KitchenAid (made in USA) e lo adoro. Il gancio per la pasta è superiore ai tipi a spirale che si trovano a volte. Ma ha i suoi limiti. L’impasto che ho fatto per la mia recente stravaganza di pizza era circa la metà di quello che suggerisci (cioè, 1 kg di farina). Ha fatto un ottimo lavoro impastando la pasta, ma ho dovuto fermarla diverse volte per raschiare la pasta dal gancio e ci è voluto un po’, anche. Inoltre, se state facendo del pane integrale con molti semi, l’impasto tende a bloccarsi nella ciotola e tra il battitore e la ciotola. Anche quando li ho oliati, questo è successo – e non c’era modo di raggiungere la ciotola profonda per raschiarla a mano. Quindi, se state facendo un sacco di pane integrale come questo, potrebbero esserci dei problemi di pulizia.”

“Amo il mio Bosch. È un vero cavallo da tiro. Ce l’ho da anni. L’unica cosa che non ha mai funzionato è stata la ciotola che si è incrinata e potevo ancora usarla, ma ho scelto di prenderne un’altra perché ho dovuto cucinare per così tante persone che avevo bisogno di due ciotole e quando la prima si è rotta non le vendevano più. In tutti questi anni di utilizzo, non ho mai dovuto farla riparare o sostituire alcun pezzo, nemmeno la cinghia. Ecco perché ho scelto di comprare un’altra Bosch quando la prima si è rotta.”

“Ho il KitchenAid (e mi piace) ma recentemente ho visto un modello di una marca diversa a Costco. Era molto simile al KitchenAid, ma aveva una ciotola di vetro invece che di metallo. Penso che costasse anche 100 euro in meno. Non sono sicuro se questo era un colpo di fortuna o se di solito sono molto più economici.”

“Ho un Bosch Universal Plus. Anche se è solo una ciotola da 6 qt, la uso come un mixer multiuso, non solo come impastatrice. È così potente che posso fare un doppio lotto di pane in una sola volta. L’unico aspetto negativo che ho sentito sul Bosch è che il mixer a volte salta fuori dalla ciotola quando si accende la macchina (non so se questo è vero o no – non mi è mai successo). Il Bosch è ottimo per grandi lotti di pasta per biscotti, pasta per pizza e pastelle per torte, anche.”

“Ho usato un mixer universale Bosch negli ultimi 25 anni. Se lo usate, lo amerete. Il gancio impastatore è molto efficiente e impasta meglio di qualsiasi cosa abbia mai usato. Non so se questo è vero per tutti i mixer Bosch, ma io ho una trasmissione a due velocità in modo da poter iniziare lentamente per evitare che la farina voli fuori dalla ciotola. Mia madre ne aveva una e l’ha usata per anni prima di darmela.”

“Ho un Kenwood KM400, che è lo stesso di un K4xx tranne che per la testa. Penso che sia la mia “impastatrice planetaria” perché non è proprio un mixer, ma è quello per cui lo uso più spesso. Ho un KitchenAid 6-quart e lo amo. Occupa molto spazio, ma lo uso così tanto che ne vale la pena. Se ne prendi uno, cerca di trovare il modello completo con la testa inclinabile e l’ascensore della ciotola. La testa inclinabile rende l’aggiunta di ingredienti super facile e l’ascensore della ciotola è ottimo quando stai facendo qualcosa di pesante come l’impasto del pane o la crema di burro. I modelli più piccoli non hanno queste caratteristiche e si finisce per dover tenere la testa con una mano mentre si aggiungono gli ingredienti con l’altra, il che può essere un dolore se si utilizzano accessori più pesanti come la frusta a filo o il gancio per impasto. Ho anche un Bosch Universal Plus Mixer, che fa praticamente tutto. Ha un accessorio opzionale per impastare la pasta del pane, quindi qualsiasi mixer standard può fare quel compito, ma questo lo fa particolarmente bene poiché il suo motore è specificamente progettato per lavori pesanti. Il principale svantaggio è che il suo grande e ingombrante.”

Domande frequenti sulle planetarie

Cos’è un’impastatrice planetaria?

Un’impastatrice planetaria è una macchina che viene utilizzata per mescolare prodotti come impasti, glasse e ripieni per pasticceria. La macchina ha una ciotola (o ciotole) in cui si mescolano gli ingredienti e un braccio rotante che gira intorno alla ciotola, assicurando che tutti gli ingredienti siano mescolati uniformemente.

Come funziona un’impastatrice planetaria?

Il prodotto da mescolare viene posto all’interno della ciotola e poi il braccio rotante viene abbassato su di essa. Il braccio ruota intorno alla ciotola, muovendosi da un lato all’altro con le lame che girano a diverse velocità. Oltre a muoversi da un lato all’altro, i bracci possono anche girare sul proprio asse, permettendo una miscelazione accurata.

Di solito ci sono due o tre bracci che ruotano all’interno della ciotola a diverse velocità. Questi bracci hanno varie lame attaccate che si muovono insieme in modo tale da mescolare completamente tutti gli ingredienti all’interno della ciotola senza danneggiarla.

A cosa servono le impastatrici planetarie?

Le impastatrici planetarie sono utilizzate per impastare pane e pasta nelle cucine commerciali. Possono anche essere usate per creare ripieni, pastelle per torte, glasse e altro. Le impastatrici planetarie sono dotate di diversi accessori che ti permettono di svolgere diversi compiti con la tua macchina.

Posso usare la mia impastatrice planetaria per mescolare impasti più rigidi per il pane?

Le nostre impastatrici planetarie sono state progettate per far fronte agli impasti più pesanti. Le macchine sono robuste, potenti e affidabili. Se stai impastando impasti per il pane, ti consigliamo di usare le nostre impastatrici planetarie con il nostro accessorio Bowl Tipper, perché questo renderà il carico e lo scarico dell’impasto molto più facile.

Come devo conservare la mia impastatrice planetaria quando non la uso?

E’ importante mantenere il mixer asciutto per tutto il tempo in cui non viene utilizzato. Raccomandiamo di conservarla in un’area asciutta e di assicurarsi che la macchina sia coperta con il coperchio di plastica fornito quando non viene utilizzata.

Posso usare la mia impastatrice planetaria a casa?

Sì! Le impastatrici planetarie sono ottime per i cuochi di casa. Possono essere usate per fare di tutto, dagli impasti per il pane alle pastelle per torte e persino il purè di patate (quest’ultimo è uno degli usi più popolari). La chiave è sapere che tipo di ciotola di miscelazione hai bisogno prima di acquistarne una perché non c’è solo una dimensione disponibile – ci sono diverse dimensioni disponibili a seconda del tipo di esigenze di preparazione del cibo che hai o quanto spazio è disponibile nella tua zona cucina.

Conclusione

In conclusione, per trovare la planetaria giusta per le vostre esigenze, è essenziale ottenere le informazioni necessarie prima di fare una scelta. Cominciate a pesare gli aspetti positivi contro gli eventuali svantaggi reali e trovate una planetaria che sarà un solido investimento, non solo in denaro ma anche in tempo e fatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.